Agenzia QUACING

Risultati di apprendimento per l’accreditamento EUR-ACE

Ai fini dell’accreditamento EUR-ACE, i risultati di apprendimento dei corsi di studio (CdS) devono essere coerenti con quelli di seguito riportati, stabiliti con riferimento alle seguenti otto aree di apprendimento:
- Conoscenza e comprensione,
- Analisi ingegneristica,
- Progettazione ingegneristica,
- Capacità di indagine,
- Pratica ingegneristica,
- Autonomia di giudizio,
- Capacità comunicative e di lavoro di gruppo,
- Capacità di apprendimento,
e coerenti, a loro volta, con i risultati di apprendimento EUR ACE, stabiliti nel documento EUR-ACE® Framework Standards and Guidelines, Edition 31st March 2015.

Tali risultati di apprendimento sono validi per tutti i corsi di laurea (CL) e i corsi di laurea magistrale (CLM) in ingegneria offerti dalle Università italiane. Essi debbono essere considerati come le ‘soglia minima’ da soddisfare al fine di assicurare la qualità dei CdS in ingegneria.

Si osserva che i risultati di apprendimento sono stabiliti separatamente per i CL e per i CLM. Tuttavia, il raggiungimento dei risultati di apprendimento stabiliti per i CLM presuppone che gli studenti che si iscrivono ad un CLM non a ciclo unico abbiano acquisito i risultati di apprendimento stabiliti per i CL.

Di norma, gli studenti che accedono ad un CLM accreditato si saranno laureati in CL accreditati. In caso contrario, i CLM devono verificare che gli studenti che accedono senza detta qualificazione abbiano soddisfatto gli obiettivi di apprendimento previsti per i CL.

I risultati di apprendimento per l’accreditamento EUR-ACE non comportano né intendono porre limitazioni alla progettazione di un CdS per quanto riguarda il soddisfacimento dei risultati di apprendimento.

Per esempio, un risultato di apprendimento potrebbe essere perseguito nell’ambito di più insegnamenti, così come due o più risultati di apprendimento potrebbero essere soddisfatti all’interno di un singolo insegnamento o di una singola attività formativa quale un progetto.

Allo stesso modo, è possibile che alcuni CdS siano concepiti in modo tale che i risultati di apprendimento delle aree trasversali (Autonomia di giudizio, Capacità comunicative e di lavoro di gruppo, Capacità di apprendimento) siano perseguiti interamente all’interno di insegnamenti o di altre attività formative progettati per soddisfare altri risultati di apprendimento, mentre in altri CdS i risultati associati a dette aree potrebbero essere perseguiti in insegnamenti o altre attività formative progettate specificatamente a tale scopo.


Risultati di apprendimento per i Corsi di Laurea

Conoscenza e Comprensione
I laureati devono dimostrare:
• la conoscenza e la comprensione della matematica e delle scienze di base alla base della loro specializzazione in ingegneria, al livello necessario per poter raggiungere gli altri risultati di apprendimento;
• la conoscenza e la comprensione delle discipline dell’ingegneria alla base della loro specializzazione, al livello necessario per poter raggiungere gli altri risultati di apprendimento, compresa una qualche consapevolezza dei loro ultimi sviluppi;
• la consapevolezza del più ampio contesto multidisciplinare dell’ingegneria.

Analisi ingegneristica
I laureati devono dimostrare:
• la capacità di analizzare prodotti, processi e sistemi complessi dell’ingegneria nel loro campo di studio, di selezionare e applicare metodi appropriati tra quelli - analitici, numerici e sperimentali - consolidati, di interpretare correttamente i risultati delle analisi;
• la capacità di identificare, formulare e risolvere problemi di ingegneria nel loro campo di studio, di selezionare e applicare metodi appropriati tra quelli - analitici, numerici e sperimentali - consolidati, di riconoscere l’importanza dei vincoli non tecnici - sociali, relativi alla salute e alla sicurezza, ambientali, economici e industriali.

Progettazione ingegneristica
I laureati devono dimostrare:
• la capacità di progettare e sviluppare prodotti (dispositivi, manufatti, ecc.), processi e sistemi complessi nel loro campo di studio per soddisfare requisiti prestabiliti, che possono richiedere la consapevolezza di considerazioni non tecniche - sociali, relative alla salute e alla sicurezza, ambientali, economiche e industriali -, di selezionare e applicare appropriate metodologie di progettazione;
• la capacità di progettare con una qualche consapevolezza degli ultimi sviluppi della loro specializzazione in ingegneria.

Capacità di indagine
I laureati devono dimostrare:
• la capacità di svolgere ricerche bibliografiche, di consultare e utilizzare criticamente basi di dati e altre appropriate fonti di informazione scientifiche, di effettuare simulazioni e analisi per svolgere indagini e ricerche dettagliate su questioni tecniche nel loro campo di studio;
• la capacità consultare e applicare norme tecniche e di sicurezza nel loro campo di studio;
• la capacità di operare in laboratorio/officina e di progettare e condurre indagini sperimentali, interpretare i dati e trarre conclusioni nel loro campo di studio.

Pratica ingegneristica
I laureati devono dimostrare:
• la comprensione delle tecniche e dei metodi di analisi, progettazione e indagine applicabili e delle loro limitazioni nel loro campo di studio;
• capacità pratiche per risolvere problemi complessi, realizzare progetti ingegneristici complessi e condurre indagini nel loro campo di studio;
• la comprensione dei materiali, delle attrezzature e degli strumenti, delle tecnologie e dei processi ingegneristici applicabili, e delle loro limitazioni nel loro campo di studio;
• la capacità di applicare le norme della pratica ingegneristica nel loro campo di studio;
• la consapevolezza delle implicazioni non tecniche - sociali, relative alla salute e alla sicurezza, ambientali, economiche e industriali - della pratica ingegneristica;
• la consapevolezza delle problematiche economiche, organizzative e gestionali (quali gestione di progetti, gestione del rischio e del cambiamento) nei contesti industriali e aziendali.

Autonomia di giudizio
I laureati devono dimostrare:
• la capacità di raccogliere e interpretare dati appropriati e gestire la complessità nell’ambito del loro campo di studio e formulare giudizi che richiedono la riflessione su importanti questioni sociali ed etiche;
• la capacità di gestire attività o progetti tecnici o professionali complessi nel loro campo di studio e di assumersi la responsabilità di prendere decisioni.

Capacità comunicative e di lavoro di gruppo
I laureati devono dimostrare:
• la capacità di comunicare efficacemente informazioni, idee, problemi e soluzioni con la comunità ingegneristica e, più in generale, con la società;
• la capacità di operare in modo efficace in un contesto nazionale e internazionale, come individuo e come membro di una squadra, e di collaborare efficacemente con ingegneri e non ingegneri.

Capacità di apprendimento
I laureati devono dimostrare:
• la capacità di riconoscere la necessità e di impegnarsi in modo autonomo nell’apprendimento permanente;
• la capacità di seguire gli sviluppi della scienza e della tecnologia.

Risultati di apprendimento per i Corsi di Laurea Magistrali

Conoscenza e comprensione
I laureati magistrali devono dimostrare:
• la conoscenza e la comprensione approfondite della matematica e delle scienze di base alla base della loro specializzazione in ingegneria, al livello necessario per poter raggiungere gli altri risultati di apprendimento;
• la conoscenza e la comprensione approfondite delle discipline ingegneristiche alla base della loro specializzazione, al livello necessario per poter raggiungere gli altri risultati di apprendimento;
• la consapevolezza critica degli ultimi sviluppi della loro specializzazione;
• la consapevolezza critica del più ampio contesto multidisciplinare dell’ingegneria e di problematiche relative alla conoscenza all'interfaccia tra campi diversi.

Analisi ingegneristica
I laureati magistrali devono dimostrare:
• la capacità di analizzare complessi e nuovi prodotti, processi e sistemi dell’ingegneria in contesti ampi o multidisciplinari, di selezionare e applicare i metodi più appropriati tra quelli - analitici, numerici e sperimentali – consolidati o metodi nuovi e innovativi, di interpretare correttamente i risultati delle analisi;
• la capacità di concettualizzare prodotti, processi e sistemi dell’ingegneria;
• la capacità di identificare, formulare e risolvere problemi dell’ingegneria complessi e non familiari, definiti in modo incompleto, che presentano specifiche contrastanti, possono comportare considerazioni al di fuori del loro campo di studio e la presenza di vincoli non tecnici - sociali, relativi alla salute e alla sicurezza, ambientali, economici e industriali-, e di selezionare e applicare i metodi più appropriati tra quelli - analitici, numerici e sperimentali – consolidati o nuovi e innovativi metodi di problem solving;
• la capacità di identificare, formulare e risolvere problemi complessi in aree nuove ed emergenti della loro specializzazione.

Progettazione ingegneristica
I laureati magistrali devono avere:
• la capacità di sviluppare, progettare prodotti (dispositivi, manufatti, ecc), processi e sistemi complessi e nuovi, con specifiche definite in modo incompleto e/o contrastanti, che richiedono l'integrazione di conoscenze provenienti da diversi campi e in presenza vincoli non tecnici - sociali, relative alla salute e alla sicurezza, ambientali, economiche e industriali -, e di selezionare e applicare le metodologie di progettazione più appropriate o di usare la creatività per sviluppare nuove e originali metodologie di progettazione.
• la capacità di progettare usando la conoscenza e la comprensione degli ultimi sviluppi della loro specializzazione in ingegneria.

Capacità di indagine
I laureati magistrali devono dimostrare:
• la capacità di identificare, localizzare e ottenere i dati richiesti;
• la capacità di svolgere ricerche bibliografiche, di consultare e utilizzare criticamente basi di dati e altre fonti di informazione, di effettuare simulazioni per svolgere indagini e ricerche dettagliate su questioni tecniche complesse;
• la capacità di consultare e applicare norme tecniche e di sicurezza;
• capacità avanzate di operare in laboratorio/officina e di progettare e condurre indagini sperimentali, interpretare criticamente i dati e trarre conclusioni;
• la capacità di indagare l'applicazione di tecnologie nuove ed emergenti alla frontiera della loro specializzazione in ingegneria.

Pratica ingegneristica
I laureati magistrali devono dimostrare:
• la piena comprensione delle tecniche e dei metodi di analisi, progettazione e indagine applicabili e delle loro limitazioni;
• competenze pratiche, compreso l'uso di strumenti informatici, per la risoluzione di problemi complessi, la realizzazione di progetti complessi, la progettazione e lo svolgimento di indagini complesse;
• la piena comprensione dei materiali, delle attrezzature e degli strumenti, delle tecnologie e dei processi ingegneristici applicabili, e delle loro limitazioni;
• la capacità di applicare le norme della pratica ingegneristica;
• la conoscenza e la comprensione delle implicazioni non tecniche - sociali, relative alla salute e alla sicurezza, ambientali, economiche e industriali - della pratica ingegneristica;
• la consapevolezza critica delle problematiche economiche, organizzative e gestionali (quali gestione di progetti, gestione del rischio e del cambiamento).

Autonomia di giudizio
I laureati magistrali devono dimostrare:
• la capacità di integrare le conoscenze e gestire la complessità, di formulare giudizi in presenza di informazioni incomplete o limitate, che richiedono la riflessione sulle responsabilità sociali ed etiche collegate all'applicazione delle loro conoscenze e capacità di giudizio;
• la capacità di gestire attività o progetti tecnici o professionali complessi, che possono richiedere nuovi approcci strategici, e di assumersi la responsabilità di prendere decisioni.

Capacità comunicative e di lavoro di gruppo
I laureati magistrali devono dimostrare:
• la capacità di utilizzare diversi metodi per comunicare chiaramente e senza ambiguità le loro conclusioni, e le conoscenze e le considerazioni che le sottendono, a interlocutori specialisti e non specialisti in contesti nazionali e internazionali;
• la capacità di operare efficacemente in contesti nazionali e internazionali, come membro o leader di una squadra, che può comprendere membri esperti in diverse discipline a differenti livelli, e che può utilizzare strumenti di comunicazione virtuale.

Capacità di apprendimento
I laureati magistrali devono dimostrare:
• la capacità di impegnarsi in modo autonomo nell’apprendimento permanente;
• la capacità di intraprendere ulteriori studi in modo autonomo.